Infezioni capaci di creare danni al cervello dei vostri bambini, ecco la verità…

1 min


0
6 shares

Ricercatori e scienziati spiegano qui quali infezioni e influenze non arrecano danno al cervello dei vostri bambini.

Infezioni lievi quali influenza anche se queste sono recidive, non recano nessun danno al cervello dei bambini, cosa diversa se tali infezioni considerate gravi portano conseguenze gravi, l’esempio è la meningite, morbillo o rosolia. Queste ultime infatti possono creare a lungo termine danni nella capacità di apprendimento.

I ricercatori spiegano che in passato alcuni studi avevano dimostrato che gravi infezioni come morbillo, rosolia e meningite (dalle quali possiamo vaccinarci, è importante non dimenticarlo) provocavano danni al cervello dei bambini che avevano quindi poi difficoltà di apprendimento.

Grazie a queste scoperte oggi sappiamo che determinate condizioni cliniche possono influenzare il nostro cervello a seconda della gravità. Ma i genitori devono preoccuparsi di qualsiasi tipologia di influenza o infezione?

No, è la risposta sicura dei ricercatori. Secondo gli esperti infatti un bambino febbricitante, con mal d’orecchie, tosse e naso che cola (condizioni queste tipiche dei più piccoli) non deve far preoccupare i genitori per quanto riguarda eventuali danni al cervello e difficoltà di apprendimento. Lo stesso discorso vale in caso di recidive.

Lo studio inoltre evidenza quello che altri, come dicevano, avevano già evidenziato e cioè che le infezioni più gravi influenzano le possibilità di un adolescente di superare l’esame per la prima superiore. Ripetiamo però che non conta il numero di giorni di malattia, ma la gravità.

La ricerca, intitolata “Childhood Infections and Subsequent School Achievement Among 598,553 Danish Children”, è stata pubblicata sulla rivista The Pediatric Infectious Disease Journal e ha preso in considerazione 598.553 bambini danesi nati tra il 1987 e il 1997 e contiene dati relativi al loro stato di salute, trattamenti eseguiti e ospedalizzazioni, oltre a cure utilizzate e capacità di apprendimento (il dato di riferimento è l’esame per accedere alla nostra prima superiore).

FONTE: scienze.fanpage.it 


Like it? Share with your friends!

0
6 shares

What's Your Reaction?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
win win
0
win

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Choose A Format
Personality quiz
Series of questions that intends to reveal something about the personality
Trivia quiz
Series of questions with right and wrong answers that intends to check knowledge
Poll
Voting to make decisions or determine opinions
Story
Formatted Text with Embeds and Visuals
List
The Classic Internet Listicles
Countdown
The Classic Internet Countdowns
Open List
Submit your own item and vote up for the best submission
Ranked List
Upvote or downvote to decide the best list item
Meme
Upload your own images to make custom memes
Video
Youtube, Vimeo or Vine Embeds
Audio
Soundcloud or Mixcloud Embeds
Image
Photo or GIF
Gif
GIF format