Legionella: i sintomi e le possibili cause dell'infezione
in

Legionella: i sintomi e le possibili cause dell’infezione

Esplosi nuovi casi nel Nord Italia che spaventano gli abitanti della zona, sopratutto dopo che sono avvenuti i primi decessi

Esplodo nuovi casi nel Nord Italia che spaventano gli abitanti della zona, sopratutto dopo che sono avvenuti i primi decessi. Di seguito scopriamo assieme quali sono i sintomi dell’infezione, quali conseguenze porta e come si contrae.

Scoppiano nuovi casi di legionella, e spaventano gli abitanti della zona di Bresso, comune vicino a Milano, dopo che ben 26 persone sono state colpite, e si teme per la falda acquifera. Una delle primarie cause della legionella è il consumo di acqua inquinata, con la presenza del batterio che infetta poi l’organismo. A spaventare è l’alta mortalità che questa malattia porta con se, di fatti nel milanese sono già avvenuti 3 decessi in questi giorni, su 26 casi registrati.

Se in un primo controllo le analisi dell’acqua non avevano mostrato nessun tipo di impurità, l’Ats ha effettuato dei secondi controlli e ha riscontrato il batterio nella casa di una delle persone colpite. A spaventare e però il campionamento delle acqua effettuato su una fontana pubblica, risultato positivo; il direttore del dipartimento Ats di Milano ha però precisato: ”Finora delle 13 colture portate a termine in tre abitazioni, due sono negative e una è positiva, ma dobbiamo aspettare 7 – 10 giorni per avere il risultato definitivo”.

Il sindaco invita tutti a mantenere la calma e in via precauzionale ha predisposto la chiusura della ”fontana mappamondo”, nella quale un campionamento ha mostrato la presenza del batterio. La carica batterica del campionamento non è pura al 100% ma per avere maggiori dettagli, bisognerà attendere qualche giorno. Nel frattempo vediamo quali sono i sintomi della legionella, come si contrae e a cosa bisogna prestare attenzione.

Legionella : cause e sintomi dell’infezione

Il virus venne identificato perla prima volta nel 1976 quando gli ex combattenti dell’American Legion furono infettati da questo batterio. Le persone avevano partecipato ad una riunione in un albergo a Philadelphia e la fonde di contaminazione sembra essere stata l’aria condizionata della struttura che li ospitava. In quel caso le persone che vennero contagiate dal virus furono 211 e i casi di morte ben 34. Questo fu il primo caso di legionella e da quel momento la malattia ebbe questo nome proprio per le persone che la contrassero in quell’occasione.

Ma precisamente che cos’è la legionella? In base a quanto viene riportato dal Ministero della Salute la legionella è un batterio presente sia in ambienti naturali come acque sorgive, comprese quelle termali, fiumi, laghi,fanghi, ecc. che in quelli artificiali. Da questi ambienti la legionella può raggiungere quelli artificiali come ad esempio condotte cittadine e impianti idrici presenti negli edifici, quali serbatoi, tubature, fontane e piscine, che possono fungere come amplificatori e disseminatori del microrganismo, creando così una potenziale minaccia per la salute umana.

Il batterio della legionella non è in grado di sopravvivere a temperature inferiori ai 20 gradi o superiori ai 45. I casi possono essere dovuti ad una sola fonte o a più problemi, ma solitamente si devono ad un unico punto di contagio che causa la contaminazione. L’infezione si può contrarre solamente nei mesi estivi e autunnali, date le temperature più alte e idonee alla sopravvivenza del batterio.

I sintomi causati dalla legionella sono molto simili a quelli di una polmonite con tosse secca, brividi di ferro e alterazione della temperatura. In alcuni casi oltre a questo si aggiunge: diarrea, spossatezza, dolori articolari, perdita di appetito che portano ad un deperimento della persona colpita. Solitamente i primi sintomi si manifestano dopo 8 – 10 giorni periodo nel quale il batterio rimane in incubazione nel corpo. In questo periodo la persona che è stata colpita dalla legionella non è contagiosa, dal momento che il batterio si trasmette per inalazione di aria o acqua contaminate.

Per essere certi che si tratta di legionella, si devono effettuare alcuni esami specifici che mostreranno la presenza o meno del batterio. Solitamente la cura è l’antibiotico, che riesce a debellare il batterio e a riportare il corpo in piena forma. Le persone che sono deceduto a Bresso hanno avuto delle complicazioni, dovute principalmente all’età avanzata. Al momento il sindaco del comune ha invitato la popolazione alla calma e chiede di evitare inutili allarmismi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Commenti

commenti

Cosa accade se non cambi ogni settimana le lenzuola?

Cosa accade se non cambi ogni settimana le lenzuola?

Pranzo estivo:panino oppure gelato?